blank

Ricordi la compressione “Alta qualità” di Google Foto ? Ebbene, la stessa società di Mountain View sconsiglia di utilizzarlo. Sì, avete capito bene: dopo anni di “promozione” di questa funzionalità, ora in una comunicazione ufficiale l’azienda ha deciso di “avvisare” gli utenti.

Maggiori informazioni sulla questione

In particolare, secondo quanto riportato da MSPowerUser e Forbes, ad alcuni utenti di Google Foto è stato inviato un messaggio di posta alquanto “criptico”. In quest’ultimo, infatti, l’azienda di Sundar Pichai entra nel dettaglio di ciò che può comportare l’utilizzo della già citata compressione “Alta qualità”. Per spiegare la differenza tra quest’ultima e una foto originale, l’azienda di Mountain View ha utilizzato l’immagine che potete vedere in copertina.

Ovviamente questa è un’esagerazione, ma è chiaro che la scelta di Google è atipica. Il colosso californiano, infatti, sta sostanzialmente spingendo nella direzione opposta a quanto fatto anni fa, consigliando agli utenti di non utilizzare il suo sistema di compressione e di passare alla qualità originale. Ricordiamo che, nel 2015, la società di Sundar Pichai ha dichiarato che la qualità era “essenzialmente identica a un’immagine originale”.

La notizia sta già facendo il giro del mondo, trattandosi di una sorta di “inversione di tendenza”, che arriva in seguito all’annuncio dello stop allo spazio gratuito illimitato di Google Foto. Una foto non compressa ovviamente occupa più spazio di archiviazione. Questo fa sorgere anche i “dubbi” degli utenti.

Continua a leggere e seguire Tecnoandroid per restare aggiornato su tutte le novità e le curiosità dell’ultimo momento. Sono in arrivo tante news nei prossimi giorni.