blank

Quando Apple aveva tutto pronto per lanciare Mac con M1, ha pensato che fosse meglio se alcuni sviluppatori avessero dato un’anteprima. A tal fine, hanno inviato a coloro che soddisfacevano i requisiti, un M1 Transition Kit, con un Mac mini con architettura ARM. Ora, mesi dopo, chiede il loro ritorno prima di aprile.

Il kit di transizione M1 dovrà essere restituito entro il 31 marzo

È noto che Apple invia e-mail agli sviluppatori che dispongono di un M1 Transition Kit per ricordare loro di restituirlo entro il 31 marzo di quest’anno. Questo kit consisteva in Mac mini con chip A12Z da fornire: 16 GB di RAM, un SSD da 512 GB, due porte USB-C, due porte USB-A e una porta HDMI 2.0;

Quasi un anno questi kit sono stati nelle mani degli sviluppatori. Esattamente da giugno quando l’azienda ha iniziato a spedirli fino ad ora a fine marzo che devono restituirli. Tempo sufficiente per determinarne la funzionalità, i difetti, i vantaggi e le raccomandazioni. Sebbene i Mac M1 abbiano alcuni difetti, come l’SSD, in realtà sono macchine molto precise e molto potenti. Ovviamente, sembra che gli hacker li tengano d’occhio.

Si fa riferimento anche nei messaggi inviati che questi sviluppatori, nel momento in cui il reso sarà effettivo, potranno accedere ad uno sconto presso l’Apple Store di un valore di 500 dollari per l’acquisto di qualsiasi prodotto. Sebbene Apple ritenga che l’ideale sarebbe l’acquisto di un Mac con M1.

Continua a leggere e seguire Tecnoandroid per restare aggiornato su tutte le novità e le curiosità dell’ultimo momento.