blank

In Germania, dove i laboratori non effettuano test approfonditi per la presenza di nuove varianti, le autorità hanno stimato che queste costituissero circa il 6% di tutte le infezioni due settimane fa. Il risultato di un nuovo studio che sarà pubblicato questa settimana dovrebbe mostrare un forte aumento. Le autorità di Berlino hanno detto lunedì che la variante britannica diventerà dominante nella città entro aprile.

Maggiori informazioni sulla questione

La presenza di nuove varianti ha fatto sì che le prossime settimane sarebbero state probabilmente la fase più difficile della pandemia, ha detto la scorsa settimana il cancelliere Angela Merkel.

Un portavoce della signora Merkel ha detto lunedì che il governo sta lavorando a un piano di riapertura in tre fasi, con buffer di 14 giorni tra ogni fase per monitorare la situazione epidemiologica prima di revocare una nuova serie di restrizioni. L’approccio graduale è stato progettato per evitare una rapida ricomparsa di infezioni dopo la riapertura, ha detto il portavoce.

L’ansia per le nuove varianti ha portato il governo tedesco a chiudere sezioni dei suoi confini, innescando una lite diplomatica con oltre 5.000 persone che sono state rimandate in Austria e Repubblica Ceca. In risposta, il governo di Vienna ha convocato l’ambasciatore tedesco a lamentarsi, mentre il governo francese ha chiesto assicurazioni alle autorità tedesche che restrizioni simili non sarebbero state messe in atto lungo il loro confine reciproco.

Una regione francese al confine con la Germania ha registrato oltre 300 casi di varianti sudafricane e brasiliane negli ultimi giorni, ha detto la scorsa settimana il ministro della Salute francese Olivier Véran.

Alcuni paesi stanno anche valutando misure di confinamento più rigorose. Il governo italiano sta discutendo nuove restrizioni per prevenire un aumento di nuovi casi causati dal ceppo più contagioso del Regno Unito. Durante il fine settimana ha interrotto bruscamente i piani di riapertura delle stazioni sciistiche, ha chiesto ai viaggiatori austriaci di isolarsi da soli e ha reintrodotto il divieto per i viaggiatori dal Brasile.

Walter Ricciardi, un consulente scientifico del governo italiano, sta spingendo per un rigoroso blocco per annullare la circolazione del virus e riprendere un efficace sistema di test e tracciamento mentre l’implementazione del vaccino continua.

“Dobbiamo cambiare la nostra linea di condotta e perseguire una strategia che non implichi la coesistenza con il virus”, ha detto il signor Ricciardi. “Abbiamo bisogno di una strategia no-Covid.”