Postepay: arriva la nuova truffa, il phishing vi porta via soldi dal conto

Riuscire a scampare ad una truffa oggi risulta molto difficile anche per le persone più esperte ed abituate a tale tipologia di pratiche. Le Postepay sono le carte più bersagliate siccome risultano tra le più diffuse sul territorio, ma ciò non significa che il sistema di sicurezza utilizzato da Poste Italiane sia scadente.

Bisogna ricordare che l’accesso effettivo al proprio conto viene concesso sempre dagli utenti, i quali credono di avere a che fare con l’azienda che recapita loro una comunicazione. È proprio questo il phishing, ovvero far credere alle persone di essere l’azienda ufficiale mentre lo scopo è solo quello di recuperare i dati di accesso. Proprio durante gli ultimi giorni si sta diffondendo a macchia d’olio una nuova truffa.

 

Postepay: ecco la nuova truffa phishing che sta prendendo piede in Italia

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO