auto elettricaÈ recente una notizia davvero sconcertante riportata da un video caricato su Weibo. A quanto pare, il video è ancora interdetto alla visione da alcuni Paesi e appena sarà reso disponibile ve lo diremo. Andando a vedere la situazione nel dettaglio, sembra che un’auto elettrica (Charey Arrizo), abbia preso fuoco da sola.

La vettura BEV equipaggia un pacco batterie CATL da 54,3 kWh dotato di celle di tipo NCM, e sembra che la situazione sia davvero anomala. L’auto era ferma in sosta e connessa ad una colonnina per la ricarica, quando ad un certo punto è cominciato ad uscire del fumo dalla parte bassa per la macchina. La situazione è rimasta così per un po’ di tempo.

 

 

Auto elettrica: l’esplosione poteva costare la vita ad una persona

Il tutto è cambiato con l’arrivo dei vigili del fuoco: un passeggero era ancora all’interno del veicolo e appena è uscito dallo stesso per andare a fare due passi, l’auto elettrica è esplosa. Stando al report di Moneyball, pare che nessuno si sia fatto male per fortuna, ma di certo la persona che prima era all’interno dell’auto sarà rimasta scossa, in quanto un secondo in più all’interno dell’abitacolo poteva costargli la vita.

I casi di auto elettriche in combustione, di recente, sembrano essere in netta crescita. Infatti, un recente episodio riportato dalla Corea del Sud ha riportato di una Hyundai Kona incendiatasi nonostante un richiamo apposito. La causa scatenante non è stata ancora individuata dalla casa automobilistica. Difetto simile anche negli Stati Uniti due mesi prima, dove in questo caso la protagonista è stata una Chevrolet Bolt.