blank

Lo scorso anno, le vendite di smartphone in tutto il mondo sono diminuite del 12,5%. La causa è – ancora una volta – la pandemia che ha costretto numerosi consumatori a riconsiderare il budget a propria disposizione e a valutare attentamente se acquistare o meno un nuovo smartphone, o riservare quel denaro a spese più importanti ed essenziali. Il tutto evince da un recente studio condotto dalla società di ricerche di mercato Gartner.

Smartphone, le vendite hanno subito un calo drastico in tutto il mondo

La società ha affermato che il mercato globale degli smartphone è diminuito del 5,4% nel quarto trimestre del 2020. Apple ha conquistato il primo posto nel trimestre, conquistando il 20,8% del mercato e crescendo di oltre il 3% rispetto a un anno fa.

Samsung si è aggiudicata il secondo posto con una quota di mercato del 16,2%, in calo di circa l’1% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Xiaomi, Oppo e Huawei hanno conquistato i tre posti successivi, con una quota di mercato rispettivamente dell’11,3%, 8,9% e 8,9%.

“Le vendite di più smartphone 5G e smartphone di fascia medio-bassa si sono ridotte al minimo nel quarto trimestre del 2020”, ha affermato Anshul Gupta, direttore della ricerca di Gartner. “Anche se i consumatori sono rimasti cauti nella spesa su alcuni acquisti discrezionali, gli smartphone 5G e le funzionalità pro-camera hanno incoraggiato alcuni utenti finali ad acquistare nuovi smartphone o aggiornare i loro attuali smartphone nel trimestre”, ha aggiunto.

Il produttore cinese di smartphone Huawei ha registrato il calo più elevato tra i primi cinque fornitori di smartphone al mondo. Ciò ha fatto seguito al divieto imposto da Google, a seguito delle sanzioni del governo degli Stati Uniti.