DVB T2

Siamo quasi vicini allo switch off della vecchia tecnologia di trasmissione del digitale terrestre. Presto quindi arriverà la nuova frequenza DVB T2. Di conseguenza sarà necessario agire per non perdere la visione dei canali preferiti. Inoltre potrebbe essere necessario cambiare decoder o televisore. Ecco tutte le novità e le istruzioni per continuare a godersi tutti i programmi trasmessi.

 

Prima dello switch off al DVB T2 occorre verificare la compatibilità dei dispositivi

Ben presto sarà definitivo lo switch off alla nuova frequenza DVB T2 del digitale terrestre. Questo vuol dire che non tutti i dispositivi saranno compatibili a questa tecnologia. Occorre quindi verificare per tempo se il proprio decoder o televisore sarà in grado si supportare il nuovo digitale terrestre.

Per farlo è necessario aggiornare la sintonizzazione e poi verificare sui canali tondi la compatibilità dei dispositivi al DVB T2. Le istruzioni complete e dettagliate si possono trovare cliccando su questo link. Inoltre chi ha acquistato un televisore dal 2017 in poi può stare tranquillo, per legge devono supportare il più recente codec HEVC.

Nel caso i propri dispositivi non fossero compatibili, è possibile agire in due modi. Il primo è acquistando un nuovo televisore compatibile alle prossime frequenze del digitale terrestre. Nel caso invece per diversi motivi si volesse mantenere quello già in possesso, la soluzione è optare per un nuovo decoder DVB T2. Ad ogni modo per poter continuare a vedere i programmi del digitale terrestre occorre procedere all’acquisto di un nuovo dispositivo. Altrimenti si può scegliere uno dei tanti servizi offerti dalla Pay TV.

In tutti e due i casi è possibile accedere al “Bonus TV“, uno sconto di 50 euro per l’acquisto di un dispositivo compatibile al DVB T2. È disponibile fino al 31 dicembre 2022 salvo esaurimento delle risorse stanziate. Condizioni e dettagli per potervi accedere si trovano al sito ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico.