Vi abbiamo già parlato dei peggiori disastri ambientali della storia. Tra questi c’è stato l’incidente alla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon che ha rilasciato circa 4,2 milioni di barili di petrolio nell’acqua ; la più grande fuoriuscita accidentale di petrolio in mare nella storia. Ebbene, i delfini sopravvissuti ne soffrono ancora.

Tutte le news sulla questione

I ricercatori hanno confrontato le popolazioni di delfini tursiopi (Tursiops truncatus) della baia di Barataria in Louisiana, che vivono nell’area di esposizione al petrolio , con le popolazioni della baia di Sarasota della Florida non esposte a un grave inquinamento. Sono state notate gravi differenze di salute.

Gli impatti a breve termine sulle creature che vivevano nell’area inquinata sono: funzione surrenale anormale, malattie polmonari, riproduzione ridotta, problemi del sistema immunitario e ridotta sopravvivenza. Senza contare che i delfini di questa zona hanno dato alla luce nuovi cuccioli solo il 19% delle volte ; gli altri sono tutti nati morti.

Pertanto, analizzando campioni di tessuto di 34 creature, gli esperti hanno riportato danni al sistema immunitario nel 2018 simili a quelli riscontrati nella popolazione nel 2011. ” È possibile che vi sia un’esposizione continua all’olio Deepwater Horizon che potrebbe non essere stato completamente rimosso dall’ecosistema della Baia di Barataria “, ha scritto il team nel loro articolo.

Infatti, i campioni dei sedimenti palustri della Baia di Barataria hanno mostrato che le concentrazioni di petrolio erano ancora 10 volte superiori rispetto a prima della fuoriuscita , otto anni dopo. Insomma, una sfida per la sopravvivenza di queste (e altre) creature in quest’area. Un cambiamento sostanziale è stato notato anche nei granchi che vivevano vicino alla zona di fuoriuscita, che avevano mutazioni e tumori.