Postepay: utenti sorpresi dall'ennesimo tentativo di phishing che svuota i conti

E’ capitato anche a voi di ricevere un messaggio che parlasse della vostra Postepay come bloccata o che i vostri dati di accesso fossero andati perduti? Siete dunque anche voi parte del club delle possibili vittime dei truffatori che lanciano ogni giorno i celebri messaggi di phishing.

Lo scopo di questi ultimi è quello di farvi credere che a comunicare con voi sia Poste Italiane. Ovviamente non è così, ma lo scopo non cambia: i truffatori vogliono ottenere i vostri dati di accesso per provare ad entrare nei vostri conti e svuotarli. Una situazione analoga si sta abbattendo sugli utenti italiani proprio durante questi ultimi giorni. Il messaggio che tirerebbe ancora una volta in ballo il nome della Postepay starebbe arrivando tramite e-mail. 

 

Postepay: ecco come si presenta il messaggio phishing che vi mette nei guai

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO