blank

Al giorno d’oggi è più difficile che mai stimare il ciclo di vita di uno smartphone quando lo si acquista. La tecnologia infatti si muove a ritmi particolarmente rapidi e spesso non è chiaro quanto durerà il supporto software di un determinato dispositivo, soprattutto in ambito Android.

Sono molti i curiosi a questa domanda, ecco alcuni dati

Sappiamo che molte persone sono riluttanti a cambiare il proprio smartphone, ma è chiaro che non tutti i dispositivi sono supportati allo stesso modo dai produttori. Da tempo stiamo cercando di cambiare la situazione lato software, ma per il momento i frutti sono solo parzialmente visibili. Non sono in pochi a chiedersi quindi, ad esempio, quanto dura uno smartphone Xiaomi.

Ribadiamo che non è per niente facile stimare il ciclo di vita di uno smartphone e che ogni modello fa una storia a sé, come insegna la domanda dello Xiaomi Mi A3, ma la stessa azienda cinese ha fornito alcuni dati interessanti in merito. Secondo quanto riportato da Gizmochina, infatti, gli utenti che hanno acquistato Xiaomi Mi 6 nel 2017 sono stati tra quelli che più probabilmente acquisteranno Xiaomi Mi 10, il predecessore di Xiaomi Mi 11 che viene annunciato oggi 8 febbraio 2021 per l’Italia.

Considerando che Mi 10 è stato lanciato nel 2020 e prendendo alla lettera le informazioni condivise dall’azienda cinese, gli utenti hanno conservato il proprio Mi 6 per circa tre anni , “saltando” le serie Mi 8 e Mi 9. D’altronde tre anni è un periodo di tempo che torna spesso in campo smartphone: basti pensare al fatto che Samsung offre aggiornamenti per tre anni per alcuni dispositivi. Inoltre, anche Google generalmente si impegna ad aggiornare i suoi pixel per lo stesso periodo di tempo.

Per il resto, rimanendo in casa Xiaomi, vi ricordiamo che da poco è iniziata la fase di test della MIUI 12.5. Inoltre, l’azienda cinese sta continuando ad aggiornare i suoi smartphone, ad esempio Redmi Note 9S.