Covid-19

Il 2020 è stato un anno davvero buio. Il Covid-19 è inaspettatamente piombato sulla vita di tutti non lasciando più spazio alla normalità. Sono tate le speranze che cercano una via di uscita veloce da questa pandemia. C’è chi, con l’arrivo dei nuovi vaccini, vede uno spiraglio di luce. Altri invece no. È il caso di Bill Gates che con la sua profezia ha dichiarato quando si potrà tornare alla normalità.

 

Il ritorno alla normalità pre Covid-19 secondo la profezia di Bill Gates è ancora lontana

Non ci sarebbero ancora grandi speranze per vedere la fine definitiva di questa pandemia per Bill Gates e sua moglie Melinda. Infatti secondo il fondatore di Microsoft ci vorrà almeno un altro anno e mezzo per tornare alla normalità e dire addio al Covid-19.

Una profezia impopolare che non fa felici i più, ma che con una schiettezza tagliente presenta alcuni problemi che devono essere risolti. Prima di tutto è necessaria una diffusione più equa sia dei medicinali salvavita che dei vaccini anti Coronavirus.

Altrimenti “entro l’estate del 2021 i Paesi ricchi avranno la copertura maggiore del vaccino, più di ogni altro, così potranno tornare alla normalità, ma il virus resterà in larga parte del pianeta”. È quanto dichiarato da Bill Gates in merito alla sua profezia sulla fine del Covid-19. “C’è sempre un rischio di nuova infezione e quindi saremo in grado di esserci davvero liberati del virus soltanto a metà del 2022“.

Nulla da dire in merito alla generosità dei coniugi Gates che ad oggi hanno devoluto 1,75 miliardi di dollari a favore della lotta al virus. Infatti insieme alla moglie Melinda hanno da poco devoluto 250 milioni di dollari per sostenere la ricerca e lo sviluppo insieme a una giusta distribuzione degli strumenti salvavita contro il Covid-19.

Insomma Gates è convito che la salvezza arriverà se tutti avranno i giusti strumenti per combattere, altrimenti una battaglia persa significherà possibili contagi da Coronavirus anche per chi pensava di averla vinta.