Tesla

Tesla sembra essere nei guai. Negli USA ha dovuto richiamare oltre 130 mila auto. I modelli sotto la lente di ingrandimento sono alcune Model S e alcune Model X. L’obbligo arriva dalla NHTSA, l’agenzia per la sicurezza stradale degli Stati Uniti.

 

Guai per Tesla per un richiamo che mette in pericolo la sicurezza dei passeggeri

Diversi clienti hanno ricevuto da Tesla una lettera di richiamo per l’auto acquistata. Ecco il messaggio che l’azienda ha inviato. Tesla ha “volontariamente deciso di richiamare alcune veicoli Model S e Model X costruiti prima di marzo 2018 che sono equipaggiati con un MultiMediaCard (eMMC) da 8GB, nell’unità di controllo media perché l’eMMC potrebbe funzionare male a causa di usura accumulata”.

Nonostante NHTSA abbia imputato a questi difetti un rischio della sicurezza su strada, Tesla ha specificato che questi non incidono sui principali comandi di guida e non hanno causato alcun incidente. “Le regolazioni anacronistiche di NHTSA non sono adatte per le situazioni dove non ci sono difetti di sicurezza, ma nonostante ciò il produttore può immediatamente migliorare la performance del veicolo, inclusa la performance di sicurezza, senza il bisogno di una riparazione fisica”. Quindi secondo l’azienda di Elon Musk nessun difetto è imputabile all’azienda.

Tuttavia resta il fatto che sono molti i clienti ad aver denunciato questo problema. Non solo, ma di averlo riparato di tasca propria. Ad ogni modo Tesla si è impegnata a rimborsarli. Il difetto si manifesterebbe nel display touchscreen rendendolo completamente o in parte nero. Questo impedirebbe il controllo della climatizzazione del veicolo oltre alle telecamere e al parcheggio automatico.

Le auto che dovevano essere ritirate erano 158 mila secondo quanto indicato da NHTSA, ma Tesla ne ha richiamate 134.951. Infatti diverse hanno ricevuto un aggiornamento del software di bordo che ha risolto il problema al touch screen oltre a quelle riparate completamente.

Tuttavia Tesla non si ferma e non sarà certo questo inciampo a mettere in difficoltà il colosso dell’elettrico che intanto annuncia la data di uscita della Roadster, la sua nuova supercar completamente elettrica.