honor-google-smartphone-servizi-download-come-fare-how-to-android

Verso la fine del 2020, Huawei ha venduto Honor nel tentativo di salvare la propria attività ed evitare le implicazioni del divieto commerciale a cui era soggetta la società madre. Sembra che il piano stia andando sulla buona strada poiché Honor ha finalmente confermato di essere in trattative con Google e dovrebbe essere in grado di riprendere a offrire GMS sui suoi futuri smartphone.

A partire dalla metà del 2019, l’amministrazione Trump ha continuato a inasprire le sanzioni imposte a Huawei Consumer Business Group, lasciandolo infine senza la possibilità di commerciare con aziende come Qualcomm, Intel, MediaTek, Microsoft, AMD e altri. Il colpo più grande è arrivato con la perdita di Google, che ha reso i suoi smartphone inutilizzabili nei mercati globali senza Play Store o Media Services.

Honor é in trattative con Google per futuri smartphone

Quando Honor alla fine si è diviso, si sperava che il divieto di Huawei non avrebbe più avuto effetto. La scorsa settimana abbiamo finalmente avuto la conferma che riprenderà gli scambi con i principali chipset e partner di componenti degli Stati Uniti e oggi ha finalmente rotto il silenzio su Google.

In un’intervista con South China Morning Post, il CEO di Honor, George Zhao, ha dichiarato di essere in trattative con Google e prevede di riprendere la partnership nel prossimo futuro. Senza i servizi Google, gli smartphone Honor (e Huawei) hanno ceduto alla concorrenza nei mercati d’oltremare, lasciando la sua attività concentrata principalmente al suo paese d’origine.

Parlando dei piani futuri, il CEO ha affermato che la societá punterà a competere con aziende come Apple. L’Honor View 40 dell’inizio di questo mese è stato una pietra miliare per l’azienda, poiché ha lanciato il suo primo smartphone dopo la separazione da Huawei.