Tesla, Model S, Model 3, Model X, Model Y, SUV, restyling, 2021Tesla ha aggiornato la sua nuova auto elettrica Model S, includendo un computer gaming al centro degli interni dell’auto.

Il CEO, Elon Musk, ha twittato una foto degli interni dell’auto con la didascalia “Model S Plaid sarà disponibile il mese prossimo”. Lo schermo accanto al volante mostra una serie di giochi. Tra i videogiochi sono presenti Fallout Shelter, Cuphead e The Witcher 3: Wild Hunt. Se le affermazioni della società sono accurate, l’auto potrebbe effettivamente essere in grado di competere con le nuove PlayStation 5 e Xbox Series X. Sarebbe uno scontro interessante tra dispositivi completamente diversi.

Musk ha dichiarato che questo nuovo veicolo è “la prima auto di serie a raggiungere da 0 a 60 mph in meno di 2 secondi“. Oltre a sostenere che l’auto può anche trasformarsi in una postazione per giocare ai videogiochi che sono notoriamente troppo potenti per funzionare correttamente su alcune console. I giochi possono essere acquistati tramite “Tesla Arcade“. A quanto pare, l’auto è compatibile con i controller wireless che consentono di giocare da qualsiasi posto.

Tesla: supporto per i videogiochi nei prossimi modelli di auto elettriche

I videogiochi sulle auto Tesla possono essere riprodotti solo se l’auto è ferma o parcheggiata. Non è chiaro se la modalità gaming è compatibile con la guida autonoma. Elon Musk ha affermato che il sistema di guida autonoma completo utilizzato da Tesla sarà in grado di raggiungere un’autonomia di livello 5 entro la fine del 2021. Tuttavia, al momento il livello di autonomia dei veicoli Tesla è solo al livello 3.

Ci sono chiari problemi di sicurezza per quanto riguarda la guida autonoma. La situazione potrebbe peggiorare con questi nuovi modelli che supportano i videogiochi. I conducenti potrebbero distrarsi più del dovuto. Nel 2016, una Tesla Model S si è scontrata su un’autostrada, uccidendo il suo autista che, secondo quanto riferito, stava guardando un film in quel momento. “La guida autonoma migliora continuamente, ma non è perfetto e richiede comunque che il conducente rimanga vigile”, dichiarò Tesla all’epoca.