Postepay: nuovo tentativo phishing nei messaggi WhatsApp, conti svuotati

Ormai le metodologie di pagamento sono talmente varie che risulterebbe davvero difficile non saper acquistare qualcosa online. Purtroppo il mondo del web spesso riserva problematiche davvero incredibili, le quali possono sfociare in qualcosa di enorme. A saperne qualcosa sono gli utenti che dispongono di una Postepay, celebre carta prepagata offerta dal gruppo Poste Italiane.

Questa, essendo molto diffusa, vede spesso il suo nome nelle mani dei truffatori, i quali creano dei messaggi molto realistici che sembrano effettivamente provenire dalla casa madre. Si tratta di tentativi di phishing, i quali non hanno altra intenzione che rubare i dati delle persone per poi provare a svuotargli il conto. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di indicarvi la nuova truffa in modo da mettervi in guardia.

 

Postepay: dietro questo messaggio si nasconde una truffa molto pericolosa

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO