WiFi

Si chiama Piazza Wifi Italia il progetto che ha visto stanziati 45 milioni di euro per diffondere internet gratuito in più comuni italiani possibili. L’obbiettivo è quello di garantire una connessione libera e gratuita per tutti. Soprattutto a favore di quelle fasce di popolazione più povere.

 

WiFi Italia un progetto dal cuore grande con internet gratuito per tutti

Quello che tutto il mondo sta vivendo a causa della pandemia ha insegnato che molto cose sono necessarie, ma non tutte indispensabile. Tuttavia è vero anche il contrario. Avere una buona connessione internet anche WiFi fino a due anni fa poteva non essere così importante. Diversamente oggi è diventato non solo necessario, ma anche indispensabile.

Ecco perché il Ministero dello Sviluppo ha promosso e sta portando avanti il progetto Piazza WiFi Italia che cerca di garantire l’adesione del maggior numero di Comuni possibili per una connessione internet libera e gratuita.

La diffusione e l’installazione degli hotspot non poteva che essere affidata all’azienda di telecomunicazioni italiana Tim. Mentre la realizzazione delle infrastrutture necessarie a realizzare il progetto è stata affidata a Infratel Italia.

Sono più di 3 mila i comuni italiani che hanno già aderito al WiFi libero, ma la speranza è che il numero aumenti nei prossimi mesi.

 

Un’app dedicata che promuove l’adesione di tutti i comuni

Nel progetto c’è anche un’applicazione dedicata e gratuita. WiFi Italia si può scaricare sia sul Play Store di Android che su Apple Store di iOS. La cosa interessante e singolare è che con questa applicazione non è solo possibile accedere al servizio del WiFi libero. Infatti scaricandola l’utente aumenta il numero delle richieste spingendo così il proprio comune di residenza ad aderire al progetto.

Questo ambizioso progetto nasconde anche delle criticità. Infatti il servizio deve poter garantire prestazioni adeguate alla richiesta di utilizzo. Purtroppo attualmente ci sono ancora comuni che non sono completamente coperti dal 4G. Nondimeno si sta già lavorando direttamente alla rete 6G che dovrebbe superare a pie pari tutte le difficolta inerenti al WiFi libero.