Phishing

È ancora pericolo phishing. Questa volta a darne l’allarme è la Polizia Postale e nello specifico l’Agente Lisa sul suo profilo Facebook. L’avviso di un falso Amazon mette in pericolo migliaia di utenti tentando di rubarne le credenziali di accesso. Ovviamente ad inviarlo non è il colosso del web, ma degli hacker.

 

Allarme phishing: un falso avviso Amazon mette in pericolo i dati di migliaia di utenti

“Eccolo qui il messaggio che ingolosisce chi lo riceve, ma se sei Agente Lisa non solo non ci caschi ma avvisi tutti per scongiurare l’ennesimo tentativo di phishing, con cui provano a rubare i dati della carta di credito“. È questo il post con cui il profilo Facebook della Polizia mette in guardia di una nuova truffa.

In pratica da un po’ di giorni molti consumatori stanno denunciando un nuovo tentativo di truffa. Una email che sembra provenire da Amazon avvisa di un pacco da ritirare. Ecco il testo: “Secondo avviso: il tuo regalo di Amazon Prime è stato confermato. Puoi ritirare i tuoi regali qui”. Un vero e proprio attacco phishing. E le vittime sono sia l’utente che lo riceve, ma anche il vero Amazon che vede utilizzato il suo nome per scopi truffaldini.

Ovviamente niente regali e non è assolutamente Amazon. Questo attacco phishing matte mette a rischio i dati personali di chi lo apre. Infatti il link rimanda l’utente ad una pagina internet farlocca. Qui gli verrà chiesto di inserire i suoi dati personali inclusi quelli della carta di credito. Una campagna di phishing con cui gli hacker approfittano di questo periodo Covid dove gli acquisti su Amazon sono in costante aumento.

Un ottimo lavoro invece lo sta svolgendo l’Agente Lisa che, sul suo profilo Facebook, sta smascherando questo e molti altri tentativi di truffa. In questo caso sul suo profilo si possono trovare anche gli screenshot del messaggio incriminato.

Così conclude il post: “Quindi occhio e avvisate i vostri conoscenti di non inserire dati personali e della carta di credito. Qui non si tratta del vero Amazon ma solo di chi usa il loro nome per truffare come è accaduto e accade a tanti altri marchi famosi. Specchietto per le allodole sono anche le recensioni false, come i profili che le mettono”.

 

Amazon da sempre impegnato a proteggere i clienti nella lotta alle truffe

Anche Amazon continua a fare un ottimo lavoro per combattere questi tipi di truffa. L’azienda da sempre lavora strenuamente per regalare ai clienti e ai venditori un’ottima esperienza. Inoltre è sempre attenta a proteggerli da attacchi phishing e quindi da coloro che minacciano l’esperienza di acquisto e di post vendita. Amazon fornisce chiare istruzioni che mettono in guardia i clienti dalle truffe. Infatti un team specializzato è costantemente impegnato a prevenire e contrastare comportamenti sospetti. Infine il colosso dell’e-commerce ha una help page per aiutare clienti di tutto il mondo attraverso istruzioni chiare che aiutano a prevenire e segnalare queste truffe.