Coronavirus

Diagnosticata a Manaus la nuova variante del Coronavirus che proviene dal Brasile è stata isolata l’11 gennaio dall’Istituto nazionale giapponese per le malattie infettive. Questa mutazione secondo diversi studi risulta essere molto pericolosa. Infatti non solo sarebbe più infettiva, ma potrebbe contagiare nuovamente chi è già stato colpito dal Covid-19.

 

Variante brasiliana: questa mutazione rende ancora più pericoloso il Coronavirus

Una nuova mutazione del coronavirus Sars-Cov-2 sta preoccupando non solo molti esperti del settore, ma tutti i Paesi del mondo e le persone chi vi abitano. Questa variante spiegata dall’epidemiologo Massimo Ciccozzi sembrerebbe essere molto pericolosa. “Quello che preoccupa maggiormente di questa variante è la sua sospetta capacità di sfuggire al sistema immunitario. Inoltre, il virus mutato sarebbe non solo più infettivo, ma potrebbe anche re-infettare chi è già stato colpito dal Covid-19“.

In un’intervista pubblicata su “La Repubblica” l’epidemiologo spiega le caratteristiche e le differenze rispetto alle altre varianti. Infatti quella inglese e quella sudamericana hanno rispettivamente 9 e 8 mutazioni. Quella del coronavirus brasiliana ne ha ben 12. Un dato che sembrerebbe allarmante.

Inoltre la variante che viene dal Brasile pare che eluda gli anticorpi. In pratica è come se funzionassero 10 volte meno. Di conseguenza impiegano più tempo a combattere il Coronavirus.

È sempre l’epidemiologo a spiegarne le somiglianze con le altre varianti di Coronavirus. “Sono tutte varianti più o meno portate ad avere una maggiore contagiosità. Quella brasiliana e sudafricana però potrebbero far diminurie maggiormente la forza degli anticorpi neutralizzanti. Inoltre la brasiliana come la sudafricana ha la mutazione E484K, a differenza di quella inglese e italiana. Sono mutazioni che rendono le varianti diverse dal ceppo originario”.

 

La variante brasiliana potrebbe rendere i vaccini inefficaci?

Sempre il dott. Massimo Ciccozzi rassicura in merito al possibile pericolo di inefficacia dei vaccini contro la variante brasiliana. Al momento nessuna variazione del Coronavirus renderebbe inefficace il vaccino. Tuttavia questo virus sta mutando molto velocemente rispetto a quanto si pensava a inizio pandemia. Quindi il livello di attenzione dovrà comunque rimanere alto.

Intanto in Italia continua lo stop ai voli che provengono dal Brasile cercando di circoscrivere i contagi e il pericolo che questa variante del Coronavirus porta con sé.