Postepay: utenti spaventati dalla nuova truffa phishing, ecco il messaggio

Usare una Postepay comporta vantaggi molto interessanti per chiunque acquista online, viaggia o magari pure gestire le proprie finanze in tutta comodità.il supporto in questione è uno dei più diffusi sul territorio, senza contare le sue varianti che ora sono ben due. Da diverso tempo però le persone credono che avere in tasca la nota carta gialla o la sua variante Evolution possa comportare un’esposizione maggiore alle truffe riservate dal web.

In realtà il discorso è ben diverso, visto che tutte le carte prepagate, di credito o di debito di qualsiasi gruppo bancario possono essere vittime di phishing. Questa particolare forma di truffa agisce facendo credere agli utenti che il messaggio in arrivo provenga dall’azienda proprietaria della carta. In questo modo le persone si fideranno fino a concedere i propri dati di accesso che daranno il via libera allo svuotamento del conto. Negli ultimi giorni un nuovo messaggio starebbe mettendo in ginocchio gran parte delle persone che lo ricevono.

 

Postepay: arriva il nuovo messaggio phishing che confonde gli utenti

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO