L’operatore WindTre ha appena aggiornato le proprie condizioni per il Roaming in Unione Europea, andando a calcolare l’accordo sulla Brexit preso dal Regno Unito.

Dal 1° Gennaio 2021 è aumentata infatti la quantità dei Giga disponibili in Roaming UE secondo quanto stabilito dal Regolamento Roaming Like At Home che prevede appunto condizioni ogni anno migliorative per i clienti europei fino al 2022. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WindTre: nuove condizioni per il Roaming Like at Home

Per l’anno appena iniziato, la formula standard per il calcolo dei Giga è la seguente: Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) / 3,] x 2. Se il volume dati risultante dalla formula è superiore al traffico dati previsto dalla propria offerta, si potrà utilizzare in Unione Europa l’intero pacchetto di traffico dati previsto.

In caso contrario, la formula restituirà un valore minimo da rispettare, ma con alcuni operatori il tetto fornito è superiore rispetto a quello previsto tramite la formula, solitamente tramite un arrotondamento in eccesso. Quanto a WindTre, l’operatore offre ai suoi clienti esattamente il quantitativo di traffico dati risultante dalla formula, mettendo anche a disposizione un tool online sul suo sito ufficiale per scoprire immediatamente il traffico disponibile ogni mese in Roaming UE in base al costo della propria offerta.

Viene inoltre indicato che il costo da inserire nello spazio apposito è quello mensile IVA inclusa ad esclusione dei costi relativi alla segreteria telefonica, dell’SMS Ti Ho Cercato e all’acquisto della SIM e al netto anche di smartphone o smart device abbinati all’offerta. Una novità recente è rappresentata invece dall’informativa fornita da WindTre in merito al Roaming nel Regno Unito.

Come noto, infatti, in seguito all’accordo giunto nel periodo natalizio per la Brexit, il Regno Unito uscirà ufficialmente dall’Unione Europea nel rispetto di diverse condizioni condivise tra Bruxelles e Londra. In merito al Roaming, le parti hanno concordato nel promuovere una navigazione a costi “ragionevoli”, ma senza indicazioni più specifiche. WindTre in Italia ha comunque informato che per il Regno Unito, al momento e fino a diversa espressa indicazione, si applicherà la stessa tariffazione valida per i Paesi compresi nell’Unione Europea.