blankSfortunatamente, a distanza di circa un anno stiamo ancora fronteggiando cause e conseguenze del Covid-19. Ciò significa che le app di tracciamento del Coronavirus sono ancora delle risorse. Il bug di alcune app sviluppate utilizzando il sistema di notifiche Android di Google in diversi Paesi è stato fortunatamente risolto in tempo. Tra le app maggiormente colpite c’è quella utilizzata a livello nazionale nel Regno Unito.

A differenza della maggior parte delle app, le app per il tracciamento dei casi di Covid-19 preservano i nostri dati con l’unico intento di intervenire tempestivamente se entriamo a contatto con una persona positiva. Di conseguenza le notifiche sono fondamentali, e sono proprio quest’ultime ad essere colpite dal bug citato prima.

Google: riscontrati problemi con il sistema di notifiche di alcune app dedicate al tracciamento dei casi di Covid-19, bug finalmente risolto

Il problema rilevato è stato attribuito solo ad alcune app, tra cui quella utilizzata in Inghilterra e Galles, nonché l’app lanciata nei Paesi Bassi. Gli utenti hanno scoperto che riavviare il telefono o entrare e uscire dalla modalità aereo portava alla cancellazione delle notifiche. Tuttavia, un’app così importante ovviamente non può permettersi questi errori.

Google è riuscita a trovare una soluzione. Un portavoce dell’azienda ha dichiarato a Engadget: “Potrebbero essere necessarie alcune ore prima che i dispositivi si mettano al passo. In alcuni casi lavoreremo direttamente con gli sviluppatori per aiutarli con il recupero. Il problema non ha causato la perdita di dati o potenziali rischi”. L’app ha continuato a raccogliere i dati necessari -nel rispetto della privacy– e a monitorare le esposizioni nonostante il bug.