blank

Il MiSE, Acronimo che sta per Ministero dello Sviluppo Economico, già da almeno un anno e mezzo, ha ideato un progetto in collaborazione con Infratel. Questa iniziativa intende realizzare una rete di WiFi gratuita, fruibile in tutto il territorio italiano. Il progetto prende il nome di Piazza Wifi Italia e prevede che tutti i contribuenti possano usufruirne gratuitamente.

All’inizio del 2019, è stata Infratel Italia a sviluppare i lavori della rete. TIM ha poi ultimato i lavori con lo scopo di rimanere convenzionata con Consip LAN per alcuni comuni e successivamente per quelli con oltre i 2000 abitanti. A partire da Marzo 2020, il governo ha deciso di estendere il progetto anche alle strutture sanitarie e ospedaliere, con il proposito di installare più di 5000 hotspot gratuiti.

Piazza Italia WiFi, ecco quali sono le novità oggi

Proseguono le adesioni dei comuni con un conseguente aumento di hotspot dislocati in tutto il Paese, e una rete Wi-Fi gratuita, con la velocità massima di circa 30mbps in download. Poter utilizzare questa rete gratuita, sarà necessario scaricare l’app dedicata ed effettuare la registrazione di un proprio profilo utente. Le istruzioni sono presenti a questo link.

In oltre 3000 comuni è già stata realizzata la rete WiFi. La priorità è andata principalmente ai i 138 comuni colpiti dal sisma del 2016 diffuso nelle regioni Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche. Successivamente, ai comuni con meno di 2000 abitanti, per estendersi infine a tutti gli altri. I numeri aggiornati al 16 Novembre 2020 riguardanti tutte le adesioni, sono i seguenti:

710 i comuni con hotspot installati

5824 gli hotspot sul territorio nazionale, comprese le reti federate.

1417 i comuni che hanno firmato le convenzioni con Infratel (compresi gli ospedali, 1261 solo comuni)

3246 i comuni che hanno aderito al Progetto Piazza Wifi Italia (compresi gli ospedali, 3089 solo comuni)

398.776 gli utenti dell’app wifi.italia realizzata per collegarsi gratuitamente alla rete in tutta Italia.