Postepay: utenti furiosi per la nuova truffa phishing, ecco come evitarla

Ad oggi risulta molto più semplice acquistare mediante il web o pagare in scioltezza presso un esercizio commerciale. Il tutto grazie ai supporti elettronici forniti dalle banche, come ad esempio la ormai celebre Postepay.

La carta che originariamente si colorava solo di giallo e che oggi nella sua versione Evolution permette tante altre opportunità, è però spesso oggetto di truffa. È da chiarire che vicissitudini del genere non riguardano solo la soluzione offerta da Poste Italiane. Tutte le carte di credito, di debito o prepagate possono incappare in problematiche simili, soprattutto quando di mezzo ci sono i tentativi di phishing. Questi hanno lo scopo di provare a beccare quante più persone che ci caschino, così da tirare fuori un bel gruzzoletto proveniente dallo svuotamento dei conti. Durante le ultime settimane purtroppo alcuni utenti Postepay sarebbero cascati nel tranello.

 

Postepay: ecco come è articolato il messaggio che sta fregando gli utenti

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO