canone rai

Accedere all’esenzione dal canone Rai 2021 potrebbe essere molto più semplice del previsto, la procedura da seguire non è per nulla complicata, gli unici limiti riguardano le fasce di utenti che possono effettivamente pensare di non pagare legalmente la tassa.

Dal sito dell’Agenzia delle Entrate ognuno di noi potrebbe teoricamente scaricare l’autocertificazione con la quale dichiarare di non possedere un televisore, e di conseguenza avere diritto all’esenzione. Questo poiché il canone Rai è una tassa che viene applicata automaticamente nel momento in cui viene attivata la bolletta dell’energia elettrica, e di conseguenza non è scontato che il consumatore possieda effettivamente un televisore.

La procedura è semplicissima, il rischio di commettere un reato è reale, non lasciatevi ingolosire da questa opportunità, se dichiarato il falso, potrete anche rischiare una pena detentiva, poiché si tratterebbe a tutti gli effetti di un reato penale.

 

Canone Rai: chi può accedere all’esenzione

Al netto della suddetta categoria di utenti, gli altri che possono richiedere l’esenzione sono come al solito gli over 75; originariamente la porzione coinvolta era più ampia, ultimamente il Governo ha deciso di stringere il cappio attorno all’esenzione, e di conseguenza la potranno richiedere solo coloro che hanno un reddito annuo famigliare inferiore agli 8000 euro, e non presentano altre persone con reddito nello Stato di Famiglia.

Per evitarsi il pagamento del canone Rai per tutto il 2021, gli utenti devono presentare la domanda entro e non oltre il 31 gennaio 2021, in caso contrario verranno addebitati i primi 45 euro dei 90 complessivamente previsti dall’imposta statale nell’anno corrente.