In seguito all’assalto al Campidoglio ad opera di una folla pro-Trump, che ha interrotto la certificazione del congresso sull’elezione di Joe biden causando cinque morti e molti feriti, il social network Twitter ha disposto il ban definitivo dell’account di Donald Trump.

La mossa è arrivata in seguito ai primi ban a tempo indeterminato disposti da Facebook e Instagram. Scopriamo insieme tutti i dettagli sulla vicenda.

 

Donald Trump bannato definitivamente da Twitter

Ecco la dichiarazione ufficiale pubblicata su Twitter dai portavoce del servizio social: “Dopo un’attenta revisione dei recenti Tweet dell’account @realDonaldTrump e del contesto che li circonda, abbiamo sospeso definitivamente l’account a causa del rischio di ulteriore incitamento alla violenza“.

L’evento risale a ieri sera ma la storia non si è conclusa con questo intervento, infatti, solamente poche ore dopo Donald Trump ha tentato di twittare nuovamente da altri due account sotto il suo controllo, ossia @POTUS e @TeamTrump. Anche in questo caso Twitter non è rimasta a guardare, cancellando prima i tweet incriminati e sospendendo anche questi ultimi account, compreso un terzo controllato dal direttore della sua campagna digitale.

Nei tweet cancellati, Trump si è lamentato del trattamento che sta ricevendo e ha affermato che sta cercando soluzioni alternative ai classici canali social per portare avanti la sua campagna. Finora il presidente non ha tentato di rilasciare una dichiarazione tramite il sito web della Casa Bianca né ha convocato una conferenza stampa, ma la situazione è delicata e in divenire.