Covid

Negli ultimi mesi, oltre alla soluzione definitiva dei vaccini, il tracciamento dei contagi risulta essere un’arma importante per contrastare l’avanzata del virus in tutto il pianeta. Il lavoro svolto da Apple e Google al fine di offrire dei servizi pronti all’uso che permettendo di tracciare i possibili contatti con positivi direttamente dal proprio Smartphone, risulta essere infatti di fondamentale importanza. Nonostante questo servizio sia abbastanza completo, i colossi Americani continuano a lavorare al suo perfezionamento, cosi da rendere le notifiche di esposizioni al Covid-19 ancor più sicure ed affidabili. 

A quanto pare, però, di recente è emersa una novità molto importante che rende il funzionamento delle apposite app, nel caso Italiano parliamo di “Immuni”, estremamente semplice. Scopriamo quindi di seguito le novità in arrivo.

Covid-19 e Wearable: ecco la nuova frontiera delle notifiche di esposizione

Lo scorso Agosto il Bluetooth Special Interest Group ha confermato di essere a lavoro su una nuova tecnologia, ovvero il Wearable Exposure Notification Service (WENS). Nonostante non se ne sia parlato fino ad oggi, di recente sono apparse online alcune prove che sembrerebbero confermare l’introduzione di questa nuova funzionalità.

Alcuni esperti di XDA, infatti, hanno rilevato molteplici novità all’interno del servizio che gestisce le notifiche di esposizione. All’interno del codice, dunque, è stata trovata spesso la stringa exposure_notification_wearable, affiancata dal seguente messaggio di avviso:

“Il tuo smartphone utilizzerà questo dispositivo per raccogliere e condividere in sicurezza ID casuali con altri dispositivi nelle vicinanze. Riceverai una notifica se sei stato in prossimità di qualcuno che ha segnalato di avere il Covid-19. La data, la durata e la potenza del segnale associate a un’esposizione saranno condivise con l’app.”