Una nuova onda nel collezionismo coinvolge le SIM e i numeri di telefono associati ad esse: se si tratta di numeri rari o particolari, potrebbero valere un sacco di soldi.

Come può un numero di telefono essere considerato esteticamente bello o funzionale? Semplicemente in base alla sua sequenza di cifre. Alcuni sono davvero particolari, perché presentano ripetizioni di cifre o scale ordinate, perciò vengono valutati molto in quanto semplici da ricordare e pertanto utili quando si ha una clientela molto variegata.

Non solo appassionati e collezionisti, dunque, reputano un affare acquistare uno di questi numeri: anche i professionisti puntano ad accaparrarsene uno se può aiutare ad avere un maggior numero di clienti grazie all’immediatezza del proprio contatto telefonico.

SIM rare e dove trovarle: ecco perché valgono così tanto

Come accennato prima, esistono due motivazioni principali per cui un numero potrebbe essere ritenuto interessante.

In primis, se presenta nella sequenza numerica delle cifre disposte secondo scale ordinate (ad esempio, 3**-3456789, oppure 3**-7654999). Tanto più la scala è lunga, tanto maggiore risulta il valore della SIM ad esso associata.

In secundis, vi è la possibilità che il numero presenti ripetizioni di cifre (come nel caso di un numero 3**-2525252) e che pertanto risulti anch’esso molto semplice da ricordare.

A portare all’attenzione del pubblico questi numeri così particolari ci hanno pensato Le Iene, dedicandoci un servizio apposito. Inoltre, hanno anche indetto un’asta di beneficenza, che si è conclusa molto positivamente.

I numeri in questione possono valere migliaia di euro, fino ad arrivare al milione speso da uno sceicco arabo per accaparrarsene uno molto particolare.