WhatsApp: esiste un metodo per recuperare i messaggi cancellati in chat

WhatsApp nel periodo delle festività è stata con molta probabilità l’applicazione già utilizzata dagli italiani. Sono state tante le chat di gruppo o anche i semplici messaggi aventi come effetto gli auguri per il Natale o per il nuovo anno. Anche tra questi messaggi innocenti, però, non mancano le insidie e le possibili truffe per il pubblico.

 

WhatsApp, i messaggi che attivano in automatico servizi a pagamento

Alcuni malintenzionati, esperti di raggiri online, stanno facendo girare proprio attraverso WhatsApp alcuni messaggi molto semplici ma allo stesso tempo insidiosi. Con la scusa di auguri interattivi o di video celebrativi da visualizzare, alcuni cybercriminali inviano una serie di link potenzialmente molto pericolosi. Questi messaggi danno vita a delle vere e proprie catene, amplificando quindi ancor di più il fenomeno del phishing.

La finalità di queste comunicazioni a doppio taglio è molto semplice. L’obiettivo di chi diffonde tal genere di messaggi via WhatsApp è quello di attivare servizi a pagamento sugli smartphone delle vittime. Di conseguenza, questi servizi a pagamento hanno conseguenze estremamente negative sul credito residuo.

Non è assolutamente un caso se, nelle ultime giornate, una serie di utenti TIM, Vodafone e WindTre ha lamentato problemi per la dispersione del credito residuo. In alcuni casi, i servizi a pagamento riescono a prelevare dal saldo della vittima sino a 5 euro al giorno.

La soluzione per evitare ogni genere di problema è molto semplice. Su WhatsApp è necessario comunicare solo con persone conosciute ed affidabili. Anche per i semplici messaggi di Natale è bene stare alla larga da utenti non identificati.