smart working

Il Covid-19 ha portato molte aziende ad adottare un nuovo modo di lavorare che prima sembrava essere un privilegio per pochi fortunati: lo smart working. Lavorare da casa ha i suoi vantaggi, ma presenta anche molte sfide. Tra le più frequenti c’è la tentazione di lavorare in pigiama. Ecco alcuni consigli che aiuteranno a lavorare bene e in salute anche da casa.

 

Smart working in pigiama non è una buona idea

Lavorare da casa presenta molti vantaggi, ma anche molte sfide. Una tra queste è quella di mantenere la concentrazione e lavorare senza distrazioni. Convincere chi vive sotto lo stesso tetto che quel tempo è sacro e destinato solo al lavoro senza interruzioni non è sempre facile. I figli hanno sempre bisogno di attenzioni. Poi c’è il desiderio di fare una pausa sul divano. Quando chi lavora in smart working pensa di averle superate tutte ecco arrivare ciò che sembra essere una buona idea: lavorare direttamente in pigiama.

Lavorare in pigiama non è per niente una buona idea. Ecco i motivi.

Chi decide di lavorare in pigiama rischia di entrare in un vortice dove sarà difficile riuscire a separare la vita privata da quella lavorativa e viceversa. Ancora più pericoloso se quello che fa lo appassiona.

Una delle cose che tutti fanno normalmente è alzarsi dal letto e vestirsi prima di andare a lavorare. Decidere di rimane in pigiama non permetterà al cervello di separare il lavoro dalla fase di riposo. Non solo sarà difficile raggiungere la concentrazione, ma lo smart working sarà ricco di sbadigli e sonnolenza.

Un ultimo consiglio per chi lavora in smart working è quello di scegliere uno spazio in casa da dedicare solo al lavoro. Questo sempre per il principio di prima: lavorare sul divano dove solitamente si guarda la televisione porterà la mente a non staccare, rischiando di pensare continuamente al lavoro anche mentre si guarda la televisione.

Infine mai e poi mai lavorare rimanendo a letto perché i dolori alla schiena sono dietro l’angolo.

Lo smart working presenta molti vantaggi non solo per chi lavora, ma anche per le aziende. L’importante è fare le scelte giuste per mantenere mente sana in un corpo sano.