onde radio

Ad una distanza di ben 51 anni luce da noi si trova un esopianeta dal quale, per la prima volta, alcuni scienziati sembra abbiano intercettato l’emissione di onde radio.

Lo studio che riporta tale intercettazione appare sulle pagine della autorevole rivista scientifica Astronomy & Astrophysics. La ricerca in questione riporta la firma di un team di ricercatori dell’ Osservatorio di Parigi e dell’Université d’Orléans. L’intercettazione delle onde radio provenienti da questo pianeta esterno al nostro Sistema solare è avvenuta dopo aver monitorato una piccola zona del cielo tramite un radiotelescopio dei Paesi Bassi, il Low Frequency Array (LOFAR). Il segnale registrato da LOFAR sembra provenire dal sistema Tau Boötes. All’interno di quest’ultimo, si trova una coppia di stelle intorno alla quale orbita almeno un esopianeta.

Secondo gli scienziati l’emissione delle onde radio proviene proprio da questo esopianeta. Un discorso questo compatibile con le previsioni tecniche poiché potrebbe essere causata dal campo magnetico del pianeta stesso. Quest’ultimo è un gioviano caldo, ossia un gigantesco gassoso che si trova molto vicino alla sua stella. È come se questo pianeta emettesse una firma radio significativa. Una firma che potrebbe offrire diverse informazioni per quanto riguarda il campo magnetico del gioviano stesso.

Queste onde radio intercettate utilizzando il sofisticato LOFAR rappresentano però una firma piuttosto debole. Ciò, infatti, spinge gli scienziati ad ipotizzare che queste onde radio potrebbero non provenire dall’esopianeta. Saranno necessari ulteriori studi per confermare quella che potrebbe essere la prima individuazione di un’emissione di onde radio provenienti da un pianeta esterno al Sistema solare.