Si va verso una nuova stretta delle misure anti-Covid in Italia per Natale e Capodanno. Tra le ipotesi c’è anche una sorta di zona rossa nazionale, e il Cts chiede misure che possano arrivare fino a una sorta di lockdown per le feste.

Nel frattempo che restiamo in attesa di sviluppi sulle sorti delle festività, ecco 10 consigli per ridurre al minimo il rischio di contagio

Dieci semplici regole da osservare per trascorrere un Natale in sicurezza nonostante l’emergenza Covid, riducendo al minimo il rischio di contagio: i consigli di Carlo Signorelli, professore di Igiene e salute pubblica all’Università Vita Salute San Raffaele di Milano.

  • Distanziare i posti a tavola di 1,5 metri e mangiare seduti. In un’occasione conviviale disporre i posti a tavola a scacchiera.
  • Meglio scambiarsi regali senza abbracciarsi: gli abbracci sono a forte rischio contagio.
  • Mai scambiare i bicchieri con quelli di altri commensali: non fare il brindisi con i calici dai quali si è già bevuto
  • Mai scambiare i piatti, andrebbero evitati anche quelli comuni
  • Discorso posate: non usare le proprie per prendere il cibo dal piatto di altri. In linea generale, non mangiare ciò che è stato preso con le posate di un altro commensale
  • Avanzi: meglio ricuocerli se provengono dai piatti degli altri, oppure se sono stati al lungo scoperti sulla tavola
  • Evitare di passare il telefono ad altri per fare gli auguri telefonici in comune: meglio pulirlo con un fazzoletto o usare il vivavoce
  • Meglio evitare i canti natalizi: cantare è un’attività che fa emettere molte goccioline, c’è il rischio che i droplet arrivino molto lontano
  • Discorso asciugamani: non c’è problema se ci si limita a lavarsi le mani, ma non portare al viso un asciugamano usato in precedenza da altri
  • Fare circolare l’aria nella stanza