blank

Il CEO di SpaceX, Elon Musk, rimane “altamente fiducioso” che la sua azienda sbarcherà gli esseri umani su Marte entro il 2026, affermando che è un obiettivo raggiungibile “tra circa sei anni”.

La chiave per raggiungere i suoi obiettivi su Marte è lo sviluppo di SpaceX del suo razzo Starship

“Se saremo fortunati, forse quattro anni”, ha detto Musk, parlando in un webcast di una premiazione da Berlino, Germania. “Vogliamo inviare lì un veicolo senza equipaggio in due anni.”

L’ambizioso obiettivo del 2026 coincide con ciò che Musk ha delineato al Congresso internazionale di astronautica nel settembre 2016, quando ha affermato che “se le cose vanno benissimo”, l’atterraggio di persone su Marte “potrebbe essere tra 10 anni”.

“C’è un’enorme quantità di rischio”, ha detto Musk nel 2016.

La chiave per raggiungere i suoi obiettivi su Marte è lo sviluppo di SpaceX del suo razzo Starship: il veicolo in acciaio inossidabile che l’azienda sta costruendo con l’obiettivo di lanciare merci e fino a 100 persone alla volta.

A differenza della flotta di SpaceX di razzi Falcon 9 e Falcon Heavy, che sono parzialmente riutilizzabili, l’obiettivo di Musk è quello di rendere Starship completamente riutilizzabile, immaginando un razzo più simile a un aereo commerciale, con brevi tempi di consegna tra i voli in cui l’unico costo principale è il carburante.

Mentre lo sviluppo di Starship a Boca Chica, in Texas, si sta muovendo rapidamente, non si sta muovendo così velocemente come Musk sperava, il primo prototipo di razzo nel settembre 2019. All’epoca, stimava che l’astronave poteva raggiungere l’orbita entro marzo 2020, ma ora SpaceX si aspetta il suo il primo test di volo orbitale dopo il 2021.

Inoltre, sebbene Musk avesse detto che Starship potrebbe potenzialmente far volare persone quest’anno, in seguito ha riconosciuto che il razzo ha ancora molte pietre miliari, incluse “centinaia di missioni”, prima che ciò accada.

Musk ha indirizzato SpaceX sullo sviluppo di Starship con la massima priorità, da quando la compagnia a maggio ha lanciato una coppia di astronauti della NASA nella sua prima missione con equipaggio. A giugno, Musk ha scritto in un’e-mail a livello aziendale ottenuta dalla CNBC che il programma Starship deve accelerare il progresso “in modo drammatico e immediato”.

Da allora, SpaceX ha condotto due brevi voli di prova. La compagnia si sta ora preparando per il primo test di volo a 50.000 piedi di altitudine, con un tentativo previsto nei prossimi giorni.