WhatsApp: lo spionaggio riprende, ecco l'applicazione segreta e legaleWhatsApp viene ancora usato per perpetrare sconsiderate truffe ai danni di un ampio pubblico. Il difficile periodo e la voglia di regalarci qualcosa di unico per questo “Natale in solitaria” ci spingono a considerazioni azzardate che si rivelano pericolose per la nostra sicurezza economica e personale. Questo è il caso del nuovo messaggio che promette un bonifico da 500 Euro quale ipotetico Bonus Famiglia. La Polizia Postale è intervenuta diramando un allarme pubblico per frode via messaggi. Bisogna prestare molta attenzione.

La truffa del bonus WhatsApp che regala 500 Euro alle famiglie

Nessuno rifiuterebbe un accredito da 500 Euro in un periodo economico e sociale così delicato. Eppure questa è la mossa giusta da fare dopo che le autorità hanno confermato, senza ombra di dubbio, l’esistenza di una truffa WhatsApp molto insidiosa.

Il mittente risulta essere Poste Italiane. Chiaro che la storica società non abbia nulla a che vedere col fatto. Siamo in presenza di hacker che sfruttano la popolarità e la fama dell’azienda per accaparrarsi guadagni facili. Nel particolare si propone un questionario di tre domande con successiva verifica della propria utenza da una lista dedicata. Per finire si propone di inoltrare il medesimo messaggio ad almeno altre 30 contatti. Inutile dire che NON bisogna farlo per nessuna ragione al mondo.

Tenere testa a simili soprusi non è facile anche perché i malfattori hanno perfezionato il layout delle schermate riducendo al minimo gli errori grammaticali e grafici. L’arma migliore, in questo come in molti altri casi, è la diffidenza assoluta. Non bisogna credere a tutto ciò che viene propinato su WhatsApp. Il modo migliore per non trovarsi nei guai è informarsi.