condono-multa

I pagamenti in debito rappresentano ormai da anni un vero e proprio incubo per centinaia di migliaia di consumatori in tutto il paese. Fra i principali pagamenti non saldati, rientrano in particolare le sanzioni di tipo amministrative e stradali, con un elevato numero di multe mai saldate. Per la gioia di molti, però, la situazione è destinata a cambiare molto presto in seguito all’introduzione ufficiale del tanto discusso condono fiscale. Scopriamo quindi di seguito ulteriori dettagli a riguardo.

Condono Tasse: addio definitivo a debiti, multe e cartelle esattoriali arretrate

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2019, finalmente l’ipotesi relativa all’introduzione di un maxi condono fiscale è diventata realtà. Il provvedimento, dunque, permetterà agli Italiani di estinguere i propri debiti, evitando i pagamenti inevasi di tasse, multe e bollo auto. Ciononostante, però, bisogna far chiarezza sui limiti di applicazione del condono. Quest’ultimo, infatti, potrà essere applicato esclusivamente ai debiti fiscali registrati tra il 2000 e il 2010, il cui totale non superi 1000 euro.

Secondo delle recenti stime, sono quindi centinaia di migliaia i consumatori Italiani che, dopo aver attraversato un periodo cosi difficile, possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. D’ora in avanti, di fatto, questi ultimi potranno dire addio a tutti i debiti maturati nell’arco di tempo appena riportato.

In contemporanea con l’introduzione del condono fiscale, di recente è stata approvata anche la Rottamazione Ter 2019, la quale permette agli Italiani di saldare tutti i propri debiti, evitando i sovrapprezzi imposti da more ed interessi. In questo caso, però, la procedura avrà una durata di soli 5 anni.

Terminiamo infine informando i lettori che, a differenza di provvedimenti simili, il condono fiscale verrà applicato in maniera del tutto automatica.