IPTV: la Serie A è quasi gratuita ma i rischi sono moltiplicati

Anche questo weekend è ricco di grandi appuntamenti su Sky. Per la pay tv satellitare è oramai iniziato un periodo molto denso di appuntamenti che va da qui sino al prossimo Natale. La densità degli eventi disponibili su Sky, però, ha anche dei risvolti negativi. Tante persone, per evitare di attivare un regolare abbonamento alla piattaforma satellitare scelgono lo streaming illegale IPTV.

 

IPTV, chi guarda Sky a costo zero rischia truffe e multe molto salate

Sino alla scorsa primavera, la tecnologia IPTV più utilizzata dal grande pubblico era quella dei cosiddetti pezzotti. Da alcune settimane, però, grazie anche all’enorme circolazione di messaggi via Telegram e via WhatsApp stanno avendo sempre più successo i cosiddetti canali VPN. I canali VPN sono dei particolari siti internet grazie a cui è possibile accedere senza costi aggiuntivi ai servizi di Sky, praticamente a costo zero. 

Lo streaming IPTV garantisce ovviamente alcuni benefici, specialmente per quanto concerne i risparmi. Bisogna fare però attenzione ai risvolti negativi. Spesso, infatti, questa tecnologia espone a truffe molto serie. Alcuni malintenzionati si fanno anticipare i pagamenti per la visione illegale dei canali Sky senza poi corrispondere alcun servizio.

In secondo luogo, è necessario ricordarsi che l’IPTV in Italia rappresenta un reato perseguibile sia in sede civile che in sede penale. Per quanto concerne le multe e le sanzioni amministrative, gli utenti rischiano sino ad un massimo di 30mila euro di ammenda. Sul versante penale, invece, la punizione è ancora più severa con la galera da sei mesi a tre anni.