Tim

TIM non ha fatto mancare i cambiamenti unilaterali in questi primi mesi dell’autunno. Il gestore italiano, sulla scia di una tendenza condivisa anche con altri operatori, ha cambiato i piani per quanto concerne i profili a consumo. Per gli utenti che non hanno a loro disposizione una ricaricabile o un piano in abbonamento è previsto ora un costo extra di 1,99 euro al mese.

 

TIM, gli utenti perdono credito: il motivo è questo servizio aggiuntivo

In queste ultime settimane, i clienti di TIM non hanno potuto non notare un ulteriore cambiamento del gestore italiano. La compagnia telefonia ha infatti introdotto il servizio “Sempre Connesso” su tutti i profili con ricaricabile attiva e pagamento via credito residuo. La novità non è prevista per chi ha il metodo di pagamento della Ricarica Automatica.

Sempre Connesso ha delle dinamiche ben definite. Alla scadenza della propria promozione di riferimento, in caso di mancato credito per il rinnovo mensile, grazie a Sempre Connesso vengono attivate di default soglie illimitate per chiamate, SMS ed internet. TIM propone quindi consumi senza limiti per la durata di un giorno, al costo extra di 0,90 euro.

I consumi senza limiti sono rinnovati in automatico – in virtù del servizio Sempre Connesso – per ulteriori 24 ore, in mancanza di ricarica del credito. Anche in questa circostnza, le soglie illimitate prevedono un costo di 0,90 euro.

Per il doppio giorno di attività, il servizio Sempre Connesso può costare agli utenti di TIM sino ad un massimo di 1,80 euro. Questa spesa sarà detratta dal credito residuo del cliente alla prima ricarica utile.