blankIl mese di Novembre spinge l’anno verso la propria conclusione, dopo 11 mesi di “inferno” a causa del virus che ha attanagliato la tranquillità di tutti noi, è arrivato il momento di iniziare a guardare al futuro, più precisamente al bollo auto 2021.

La tassa, per chi non la conoscesse appieno, è un’imposta di possesso di un mezzo di locomozione, sia esso una autovettura, un camion, un furgone, uno scooter o una motociclettatutti i proprietari la devono versare, in un’unica soluzione alla Regione di appartenenza.

Indipendentemente dalle differenze locali, deroghe e sospensioni varie che, come detto, possono variare in relazione all’area di appartenenza, globalmente sono riconosciute agevolazioni fiscali per una determinata porzione di utenti. L’elenco seguente individua tutti coloro che possono ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo auto 2021.

 

Bollo auto 2021: chi può richiedere ed ottenere l’esenzione

I dettagli sono disponibili direttamente sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, ma di base vi possono accedere coloro che sono portatori di handicap, o i famigliari che li inseriscono a carico nella dichiarazione dei redditi. Più precisamente parliamo di:

  • Disabilità che riduce le capacità motorie, senza portare a gravi problemi o limitazioni di deambulazione.
  • Disabilità con gravi problemi di deambulazione, o i pluriamputati.
  • Disabilità con handicap psichico.
  • Sordità congenita o acquisita nel coso degli anni.
  • Cecità assoluta o restante non superiore ad 1/10 su entrambi gli occhi.

Nell’eventualità in cui rientrate in una delle suddette categorie, ricordate che anche il veicolo deve rispettare determinati requisiti, più recisamente:

  • Se benzina non deve superare i 2’000 centimetri cubici di cilindrata.
  • Se diesel o ibrido non deve superare i 2’800 centimetri cubici di cilindrata.
  • Se elettrico la sua potenza non deve superare i 15kW.

Maggiori dettagli sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate