Autovelox Android e smartphone

Guidare prestando attenzione alla strada è la chiave per l’incolumità propria e altrui, tuttavia alcune volte distrarsi al volante capita anche se in buona fede e superare il limite di velocità risulta pertanto facile. In prossimità di un autovelox, infatti, basta una manciata di chilometri al di sopra del limite per finire fotografati dall’attrezzo che, purtroppo, non recapiterà a casa propria la sola multa per eccesso di velocità, ma anche una riduzione dei punti della patente. Frequentare poco una zona, dunque, può risultare cruciale per i guidatori, i quali potrebbero venir sorpresi da un controllo del genere.

Autovelox: come dire addio alle multe per eccesso di velocità

È rinomato che alcune zone d’Italia risultano essere costellate da autovelox: in alcuni casi questi sono persino troppi. Nonostante sia nostro dovere ricordare che guidare con prudenza è un obbligo quanto un dovere, oggi vi sveleremo come evitare di portare a casa una sanzione da far tremare le gambe!

Grazie a due applicazioni che svolgono le medesime funzioni, prevenire di rimanere fotografati da un controllo elettronico della velocità è semplice e indolore. Rispettivamente costituite da Google Maps e Waze (che all fine della fiera è di proprietà di Mountain View), le app preposte a tale scopo sono gratuite e disponibili sia per Android che iOS.

Grazie alle loro funzioni, mentre si guiderà con un itinerario aperto sarà possibile essere avvisati di un autovelox nelle prossimità attraverso una notifica rumorosa ed un’icona sul display. Sarà altresì possibile segnalare degli autovelox non ancora identificati sulla mappa così da poter aiutare gli altri e voi stessi in caso la strada debba essere ripercorsa.