Poste Italiane: è l'ennesimo caso di SMISHING nei confronti dell'azienda

Lo smishing, nonché una truffa che avviene tramite SMS e proveniente da (false) fonti fidate, sembra esser ripartita sul piede di guerra. Il suo scopo sta ovviamente nell’ingannare le persone e far rivelare così le proprie informazioni personali. L’azienda che i malfattori hanno utilizzato come “travestimento” è Poste Italiane. Attraverso questa i truffatori inviano un finto messaggio contenente un link DA NON APRIRE ASSOLUTAMENTE. La comunicazione ricevuta presenta dei caratteri piuttosto insistenti e persuasivi in quanto questa annuncia alla vittima la presenza di un’ipotetica anomalia sul suo conto che porterà alla cavia uno stato di ansia generalizzato.

 

Poste Italiane: la trappola dei falsi messaggi

Non cadete nella trappola dell’allarme, è il miglior modo per derubarvi del denaro presente sul conto corrente. Il messaggio dice: “Poste Info. Gentile cliente, risulta un’anomalia sul suo conto, la invitiamo a verificare al seguente link: https…”. Poste Italiane.”

Ad ogni modo è possibile osservare degli elementi non proprio celati che permettono alla possibile vittima di capire se si tratta di una truffa o no. Per prima cosa è bene controllare gli errori grammaticali presenti:

Gentile Cliente, Abbiamo notato delle anomalie presenti sul vostro conto Postale. La invitiamo quindi a compilare il modulo che segue dove le sarà sottoscritto le problematiche riscontrate. La mancata compilazione del modulo porterà il blocco della sua carta postale in quanto risulta in fase di revisione di sicurezza“.

Altro elemento da tenere bene a mente è che la frode in circolo tramite messaggio può colpire l’utente solo se questo si dovesse addentrare alla scoperta del link allegato. Pertanto è bene non cliccare e girargli alla larga.