WhatsApp: polizia in allerta, una nuova truffa ruba il profilo agli utenti

WhatsApp è il posto dove tutti gli utenti o quasi del mondo convergono da diversi anni a questa parte. La messaggistica istantanea è diventata un punto cardine per le comunicazioni e questo non è di certo un mistero. Pian piano questa piattaforma disponibile per tutti i sistemi operativi è migliorata includendo al suo interno tante nuove funzioni. Queste sono votate anche a mantenere la sicurezza per ogni cliente, visto che in tanti si erano lamentati durante gli anni scorsi.

Durante le ultime ore sarebbero state diverse le lamentele in merito ad un nuovo caso che starebbe riguardano molto da vicino proprio WhatsApp. Secondo quanto riportato alcuni malfattori sarebbero riusciti a rubare il profilo di diverse persone. Il tutto accadrebbe mediante l’autenticazione su WhatsApp Web che richiede un codice di conferma. Mettere tutti in allerta ci ha pensato la polizia di Stato con un comunicato ufficiale.

 

WhatsApp: la polizia di Stato avvisa tutti, la minaccia adesso è reale

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”