blank

Per la seconda volta, Netflix è stata costretta a interrompere la produzione della seconda stagione di The Witcher a causa dei test COVID-19 positivi, senza una data precisa per quando riprenderà.

Dopo la prima pausa, arriva per causa Covid 19 la seconda. Tutti gli aggiornamenti in riguardo

La notizia è stata data per la prima volta da Deadline, che ha riferito che lo staff interessato non faceva parte del cast principale dello spettacolo e che era già stato messo in quarantena. Le riprese si stavano svolgendo a ovest di Londra e il Regno Unito ha registrato un drammatico balzo dei casi di coronavirus nelle ultime settimane. Solo quando si ritiene che le riprese siano di nuovo sicure, la produzione riprenderà.

La showrunner Lauren S. Hissrich ha affrontato la situazione su Twitter, ringraziando i fan per il loro supporto e dicendo che lo staff sembrava andare bene. Ha aggiunto che il team sarebbe tornato alla produzione “presto”, quindi probabilmente non ci sarà un ritardo così lungo come abbiamo visto all’inizio di quest’anno, quando lo spettacolo ha interrotto la produzione per la prima volta.

La serie The Witcher è basata sulla serie di libri, anche se i videogiochi hanno contribuito a trasformare il franchise in un successo globale. Presentano molti degli stessi personaggi, luoghi e elementi della storia.

Lo sviluppatore di giochi CD Projekt Red offrirà aggiornamenti gratuiti per i possessori di The Witcher 3 esistenti su Xbox Series X, Series S e PS5. Anche il suo prossimo gioco, Cyberpunk 2077, uscirà il 10 dicembre. La star di The Witcher, Henry Cavill, probabilmente si prenderà una pausa dalla produzione per giocare. Era già un fan della serie The Witcher prima di ottenere il ruolo principale.