Suburra: morto Aureliano su Netflix possono arrivare le nuove puntate

Nemmeno il tempo di una settimana dai nuovi episodi, che i fan più accaniti hanno già chiesto per una quarta stagione di Suburra. La serie televisiva girata a Roma e narrante le questioni tra Crimine e Chiesa ha lasciato tutti senza fiato per via della morte di Aureliano. Tale evento ha scatenato dunque gli spettatori che sperano in una prossima buona notizia.

Ebbene, sotterrate ogni speranza, perché gli autori sono stati molti chiari: la terza stagione sarà l’ultima. Il capitolo 3 che racconta la storia di Aureliano e Spadino termina così, dopo soltanto sei episodi della terza stagione, e non avrà alcun seguito. La conferma è arrivata direttamente dal colosso californiano Netflix, poiché ha ufficializzato la terza stagione come ultima.

 

Suburra: la triste sorte della serie televisiva romana

Gli autori erano certi fin dall’inizio della sorte della serie e così è stato. Come ha spiegato Gina Gardini, la showrunner di Suburra: “All’inizio fare solo sei puntate mi preoccupava molto, perché pensavo che fossero poche”. “Avremmo potuto farne dieci, ma per come abbiamo speso il racconto mi sembra che sia lo spazio migliore, specialmente per lo spazio emotivo dei personaggi, a di là dell’azione”.

Una speranza c’è: non si escludono possibili spin-off o sequel, magari concentrandosi solamente su uno o più personaggi di Suburra. Questo comporterà molto probabilmente la separazione della famosa coppia Aureliano-Spadino, essendo questi l’essenza della serie tv. Ma sono tutte supposizioni, alle quali non è detto che Netflix darà risposta. L’unica cosa certa è che la terza stagione si è conclusa in maniera inaspettata e ha colpito tutti, non solo Aureliano.