Coronavirus: come procede la situazione delle terapie intensive in Italia?contagi oggi, 3/11/2020, tornano a crescere in maniera smisurata, in seguito alla lieve flessione intercorsa nella giornata di ieri. A fronte di un numero di tamponi non particolarmente elevato, consistente in 182’287 unità in 24 ore, i casi sono 28’244.

I dati continuano a preoccupare, non tanto per il nuovo numero di persone effettivamente contagiate dal Coronavirus, quanto proprio per i decessi riscontrati in Italia, sono addirittura 353 dalla giornata di ieri (contro i 233 delle scorse 24 ore). I guariti, invece, sono 6258, un altro numero elevato, se considerate che ieri erano 3637. Attualmente sul territorio italiano si registrano 418’142 persone verificate positive, di queste 2’225 sono in terapia intensiva, mentre 21’114 sono ricoverate in ospedale, tutte le altre sono in isolamento domiciliare.

Dall’inizio della pandemia i casi in Italia sono 759’829, con 302’275 persone effettivamente guarite, mentre 39’412 sono decedute.

 

Contagi oggi: cosa succede di preciso nelle regioni

blank

La regione con il maggior numero di contagi è al solito la Lombardia, sono 6’804 le persone risultate positive nel corso delle ultime 24 ore. Al secondo posto della terribile classifica troviamo il Piemonte con una crescita di 3’169 unità, seguita poi a ruota dalla solita Campania con i suoi 2’971 casi.

La situazione resta ad ogni modo preoccupante anche in Veneto +2298, in Emilia Romagna +1912, in Toscana +2336 ed in Lazio +2209. Sopra le 1000 unità si posizionano anche Liguria +1052, Sicilia +1048 e Puglia con +1163.

Meno colpite sono invece le varie Marche +431Abruzzo +601, Friuli Venezia Giulia +366, Umbria +420, Sardegna +302, provincia autonoma di Bolzano +495, provincia autonoma di Trento +112, Calabria +266, valle d’Aosta +94, Basilicata +102 e Molise +93.

A breve verrà diramato un nuovo DPCM ancora più restrittivo, la situazione sta continuando a peggiorare.