Iliad ItaliaIliad sta per introdurre l’ennesima e tanto attesa rivoluzione del mondo telefonico. Dopo aver inferto il colpo di grazia ai vari TIM, WindTre e Vodafone con i suoi sei milioni di utenti attivi si prepara ad un’ulteriore disfatta. Si inserirà a breve nel contesto della linea fissa, forte degli investimenti derivanti dall’accordo instauratosi con Open Fiber. L’azione si concretizzerà entro l’estate 2021 con uno stravolgimento generale dei servizi e delle tariffe in puro stile “per sempre”. Stanno per cambiare molte cose. Scopriamo di più.

 

Iliad sul fisso: addio rimodulazioni e servizi limitati con le nuove offerte

A chiarire la posizione dell’operatore è l’Amministratore Delegato di Open Fiber Elisabetta Ripa reduce da una dichiarazione che ha chiarito i termini dell’intesa bilaterale:

“In meno di tre anni Open Fiber è diventata leader in Italia ed in Europa nelle reti in fibra di nuova generazione e l’infrastruttura di riferimento per tutti i principali player della digitalizzazione del nostro Paese. La nostra rete interamente in fibra ottica è l’unica in grado di abilitare con la migliore tecnologia disponibile lo sviluppo di servizi che portano benefici a cittadini e imprese, contribuendo a colmare il divario digitale che l’Italia ancora sconta rispetto alla media europea a causa di decenni di mancati investimenti nella rete fissa”.

Nel frattempo continua la Giga 50 che gli utenti Iliad stanno continuando a sottoscrivere con la consapevolezza del prezzo bloccato e di una marea di servizi tra cui si configurano: segreteria telefonica, chiamate all’estero e servizio di richiamo in caso di numero non raggiungibile. Il costo resta a 7,99 euro al mese senza sorprese e con una ragguardevole quantità di convenienza che deriva dal proporsi di:

  • minuti illimitati
  • SMS illimitati
  • 50 Giga in Italia alle velocità del 4G Plus
  • 5 Giga da usare in tutta Europa senza costi extra

Alla luce delle promesse mantenute con le offerte Iliad Mobile non possiamo aspettarci meno che una rivoluzione anche nel segmento della telefonia e dei servizi Internet residenziali. Appuntamento alle prossime settimane con le novità del gestore emergente.