Apple ha fatto tutto come sempre. Una presentazione in grande stile per 4 nuovi dispositivi che dovrebbero tenere il passo con l’attuale tecnologia, e il piede sull’acceleratore della fotocamera. Ma molti utenti non hanno gradito la scelta di Apple di togliere dalla scatola degli elementi fondamentali per l’utilizzo dello smartphone, soprattutto se si va a considerare il prezzo di questi dispositivi.

Apple ha risposto alle critiche, vediamo insieme le sue dichiarazioni.

 

Apple rispetta l’ambiente, ma senza caricabatterie

Una scelta di certo non passata inosservata, che ha scatenato le polemiche e l’ilarità sul web. Aziende come ad esempio Xiaomi hanno colto la palla al balzo per promuovere i proprio prodotti, a discapito di quelli di Cupertino.

Le dichiarazioni dell’azienda riconducono ad una scelta fatta per salvaguardare l’ambiente. L’assenza dei caricabatterie nella confezione starebbe a significare scatole più piccole, e soprattutto meno materiali immessi nell’ambiente. D’altronde gli utenti possono usare anche il caricabatterie già in possesso. Peccato che il risparmio, più che per l’ambiente, sia dell’azienda.

Gli utenti, soprattutto quelli nuovi, si ritroveranno un dispositivi out of the box senza caricabatterie, che da solo costa 25€ (con supporto alla ricarica rapida), o 45€ per quello con ricarica rapida. Non proprio una politica adeguata per Apple, la cui pubblicità negativa potrebbe portare a meno vendite di questo nuovo prodotto.

Ma non è tutto: infatti, anche le EarPads sono state eliminate dalla confezione, che ora conterrà soltanto il dispositivo e il connettore Lighting proprietario. E voi che ne pensate? Siete d’accordo con la scelta di Apple, oppure la considerate una violazione dei diritti dell’acquirente? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci per rimanere aggiornati sulla vicenda.