Bollo AutoCi si chiede perché mai si debba pagare il bollo auto se esiste la concreta possibilità di evitare l’imposta. Migliaia di automobilisti hanno l’opportunità di ottenere di ottenere la più totale esenzione dai costi della tassa di possesso imposta a livello regionale dalle amministrazioni locali. Ecco come fare.

 

Bollo Auto: qui è Gratis

I vari Governi che nel tempo si sono susseguiti non hanno concesso respiro agli italiani che, fedeli alle promesse iniziali, hanno gioito di fronte alla possibilità di avere il bollo auto gratuito. Niente da fare in luogo del mancato aumento dell’IVA previsto mesi addietro. Pertanto si ritorna a pagare con un rincaro dovuto ai nuovi costi della gestione PagoPA.

Nonostante questo i cittadini della regione Emilia Romagna stanno godendo della possibilità di evitare l’imposta grazie ad una nuova concessione locale. Chi entra in possesso di un veicolo ibrido, infatti, può presentare domanda per l’esenzione completa per un periodo di ben tre anni, a patto di rispettare alcuni requisiti essenziali. Tra questi c’è quello della presentazione dell’istanza fin dalla prima immatricolazione o rinnovo di pagamento. In seconda analisi occorre accertarsi che il corrispettivo annuo richiesto non superi quota 191 Euro tasse escluse. In tali condizioni è possibile esentarsi dagli obblighi economici.

 

Rinvio del pagamento

In altre occasioni, come quelle che vedremo più avanti, è fattibile l’operazione di slittamento senza interessi con mesi di bollo Gratis da sfruttare nelle Regioni inserite in questa lista.

  • Lombardia – sospensione 8 marzo – 30 settembre, pagamento limite entro il 31 ottobre 2020.
  • Campania – sospensione 1 giugno – 31 agosto, pagamento limite entro il 30 settembre 2020.
  • Abruzzo, Marche, Calabria, Liguria e Valle D’asta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento limite entro il 31 luglio.
  • Piemonte – sospensione fino al 31 maggio 2020, pagamento entro il 15 luglio 2020.
  • Sicilia – sospensione 8 marzo – 2 novembre, pagamento entro il 30 dicembre 2020.
  • Provincia autonoma di Trento – sospensione fino al 31 ottobre 2020, pagamento entro il 30 novembre.
  • Lazio, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano – proroga del pagamento scaduta al 30 giugno 2020.
  • Calabria, Liguria e Valle D’aosta – sospensione fino al 30 giugno, pagamento entro il 31 luglio 2020.
  • Puglia, Umbria, Molise, Basilicata e Sardegna – nessuna proroga al pagamento.