Secondo le recenti segnalazioni, negli ultimi giorni il Play Store fa le bizze per un discreto numero di utenti: nello specifico consuma tantissima batteria, mandando alle stelle l’utilizzo di CPU del processo responsabile della gestione dei download.

Anche i ragazzi di XdaDevelopers hanno approfondito la questione, verificando che effettivamente le segnalazioni degli utenti erano vere. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Google Play Store: anomalo consumo di batteria negli ultimi giorni

Le segnalazioni si sono moltiplicate e ci sono riscontri su vari modelli di smartphone provenienti da ASUS, Oppo, OnePlus, Samsung e non solo. Il blocco del servizio sembra risolvere le cose, ma l’ovvio svantaggio è che non si riescono più a scaricare aggiornamenti. Per il momento Google non ha rilasciato dichiarazioni pubbliche.

Ci ha pensato Park Ju Hyung ad occuparsi più nel dettaglio della vicenda, risalendo ad un probabile problema relativo al servizio in background del Google Play Store. Per la precisione la parte incriminata è quella che si occupa dei download. Sarebbe da imputare al Google Play Store un calo pari a più del 70% della batteria dello smartphone in uso. Non è ancora stato possibile risalire alla causa del sopra citato bug, né quale sia la ragione per cui siano gli smartphone menzionati precedentemente i più colpiti.

Non sembrano esserci neppure soluzioni alternative per limitare i consumi eccessivi della CPU, che avrebbero potuto far tirare un primo sospiro di sollievo agli utenti che purtroppo si ritrovano alle prese con il bug in questione. In ogni caso, la versione del Google Play Store presumibilmente responsabile del battery drain corrisponde al numero 22.0.18. Non possiamo che attendere e sperare in un aggiornamento da parte del colosso di Mountain View.