blank

GoPro finalmente presenta un prodotto che si discosta profondamente dai modelli precedenti. GoPro Hero 9 infatti cambia sensore, che era rimasto lo stesso dal 2013.

Nel corso di questi anni gli sviluppatori sono riusciti a fare miracoli grazie ad implementazioni software e a nuove funzioni in grado di garantire un costante miglioramento del prodotto. Ma in questo 2020, con una concorrenza sempre più agguerrita, il passo è stato fatto, uno di quelli importanti che rivoluziona un dispositivo iconico ed estremo.

Dunque, sensore nuovo ma non solo; sono svariate le nuove funzioni a disposizione dell’utente, in grado di rendere a tutti gli effetti la GoPro Hero 9 un dispositivo click and go.

 

Un sensore da sogno e piccole novità in grado di fare la differenza

Il sensore in questione porta la risoluzione delle fotografie a ben 20MP, mentre la risoluzione per la ripresa video sale addirittura al 5K. Una novità non da poco, che porta una risoluzione incredibile alla portata di tutti. Lo stesso vale per l’estrapolazione di fotogrammi dai video, che finalmente vengono esportate a 14.7MP.

Come si diceva nell’introduzione il sensore non è il solo punto forte che ha permesso alla GoPro di attirare i riflettori su di sé: una durata della batteria migliorata del 30%, la funzione Time Wrap 3.0, l’HyperSmoot 3.0 e la funzione Boost, la GoPro riesce a garantire una ripresa eccezionale e dalla stabilità perfetta in qualsiasi condizione. Molto comodo anche il display frontale, ottimo per i selfie o le auto-riprese.

Ma difetti ce ne sono? Forse il prezzo, di 479,99€, non è proprio accessibile a tutti, il che lo rende un prodotto decisamente d’élite. Ma se lo sport o il pericolo è il vostro lavoro, quei soldi verranno ripagati dalle immagini impareggiabili delle vostre imprese emozionanti.