Solamente qualche mese fa il social network Instagram ha annunciato la definitiva rimozione della propria applicazione Lite, probabilmente schiacciata dal fratello maggiore.

La notizia è stata data in un primo momento nel mese di aprile 2020, per essere confermata il mese successivo in contemporanea alla rimozione dell’app anche da Google Play. Nelle ultime ore però è tornata!. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Instagram Lite non è morto, l’applicazione base è ritornata sul Play Store

Al momento della sua rimozione, la notizia è stata data proprio dalla versione regolare della piattaforma. D’altra parte si sa, chi non ha successo per un lungo periodo di tempo viene eliminato dalla piattaforma Google Play. La versione “alleggerita” dell’applicazione standard aveva fatto il suo debutto a metà 2018, sulla scia di altre applicazioni simili, ma non ha mai sfondato: al suo apice ha raggiunto solamente circa un milione di utenti. Essenzialmente di trattava di una finestra WebView browser con qualche elemento aggiuntivo.

Per i fan che vogliono ricordarla, la data esatta di rimozione dal Play Store è stata lo scorso 12 aprile. Facebook aveva rilasciato l’ultimo aggiornamento ad ottobre 2019, senza dare alcuna spiegazione. Tutti gli utenti che si sono recati sul Play Store per scaricarla sono stati invitati a scaricare la versione standard.

Lo scorso 17 settembre 2020 l’applicazione ha fatto il suo ritorno, a distanza di più di 4 mesi Facebook lo ha rilanciato silenziosamente rilasciando una nuova versione sul Play Store per la prima volta nel giro di quasi un anno. Curiosamente ci eravamo lasciati con la v67 a ottobre 2019 e ora l’applicazione è invece disponibile con la v216 (la v215 è arrivata il 9 settembre), un bel salto davvero! Per quanto si può vedere però non è cambiato molto: l’interfaccia appare immutata, lascia molto spazio alle immagini e i video che durano più di un minuto vengono mostrati come icone.