tim

Al giorno d’oggi, gli smartphone sono i dispositivi più utilizzati in assoluto. Infatti, sembra che l’importanza dei rapporti ravvicinati stia perdendo sempre di più importanza, dando spazio a rapporti a distanza tramite cellulare. Molte delle nostre attività si svolge dietro ad uno schermo e con annessa una connessione ad Internet mai assente. Proprio per questo motivo, negli ultimi anni avere un offerta con dei Giga a disposizione risulta estremamente necessario quando siamo fuori casa o lontani da un qualsiasi Wi-Fi. Gettiamo nel fuoco messaggi e chiamate per tenerci le offerte che ci offrono il maggior numero di Giga possibili. Ma la situazione potrebbe presto cambiare.

 

 

Giga illimitati: l’Unione Europea prende una decisione che potrebbe penalizzare le due aziende

Molti gestori telefonici, per far sì che le loro offerte possano risultare maggiormente interessanti ai consumatori, hanno fatto particolare leva sull’utilizzo molto frequente dei social network. Infatti, per abbattere i costi, alcune aziende di telecomunicazione come TIM e Vodafone propongono dei piani che non hanno Giga illimitati sempre, ma solo per certe applicazioni. Dunque, ecco che con pochi Giga al mese è possibile fare quasi tutto quello che ci occorre fare sul nostro smartphone. Le app più interessate in assoluto sono Facebook e Instagram.

Oggi però la Corte di Giustizia Europea ha deciso di cambiare le carte in tavola. Un fornitore di rete ungherese, a causa di queste tipologie di contratto, è stata accusato di violazioni della neutralità di rete, con annessa una multa davvero molto salata e il divieto di continuare questa politica dei Giga illimitati per alcune applicazioni. Le aziende che in Italia propongono questo tipo di contratti sono solo TIM e Vodafone, ma, tenendo in considerazione ciò che è successo alla rete ungherese, potrebbero pensare di cambiare presto modo di agire.